Comitato Scientifico Centrale
del Club Alpino Italiano - dal 1931

Responsabile del progetto: Annalisa Salese

Il presente progetto (2° anno di attività) consegue e sviluppa un’esperienza positiva già realizzata e coronata da successo in precedenza. La ricerca sul lupo irpino (finanziata in parte an-che dal Gruppo Terre Alte del CSC del CAI) ha dato vita ad un libro (il lupo irpino, edito da Artstudio Paparo nel 2016 per con-to dell’Ente Parco Regionale del Partenio) ed un documentario (45 min. titolo: Il lupo Irpino).

Sia il libro che il documentario sono stati presentati con buon successo in varie sezioni campane del CAI in occasione di convegni sul tema dell’educazione alla convivenza con il lupo. Il documentario, in particolare, riporta-va una serie di testimonianze raccolte tra i pastori e gli opera-tori della montagna del territorio irpino. Durante la realizzazione di questo lavoro, intervistando queste persone, molte delle quali anziani ultimi custodi dei saperi della montagna, della conoscenza delle erbe, dell’arte casearia,delle tradizioni e dei ruoli sociali, ci si è resi conto che, esaurite queste fonti di testimonianza, più nessuno avrebbe potuto rac-contare che cosa era la vita in montagna, come ci si viveva, con quali paure e con quali gioie, con quali aspirazioni e con quali saperi. Questo lavoro ha fatto capire la necessità di con-tinuare a raccogliere quelle che sono le testimonianze delle genti di montagna in particolare in un territorio – come quello irpino ma anche quello campano in genere – dove la perce-zione di montanità è poco sentita e per nulla riconosciuta pur in presenza di tradizioni, culture e territori che la esprimono. Un lavoro di ricerca diventa quindi una vera e propria attività di presa di coscienza di una identità altrimenti sopita, annegata in modelli culturali generalizzati e senza radici. Ci si propone quindi di riprendere per il secondo anno quel filo di comunicazioni e di relazioni sparse sul territorio, fatto di in-contri e di conoscenze, di fiducia e di ricordi che permetterà di raccogliere, salvaguardare e divulgare quella che è una cifra misconosciuta dell’identità territoriale campana. Già nella precedente annualità di progetto è stata avviata un’azione di messa in opera di un piano di divulgazione basato sulla selezione delle testimonianze, la loro archiviazione per temi, la loro organizzazione in forma di interviste documentali, e finalmente il loro montaggio in vari documentari tematici sul-le esperienze censite. E’ stato allo scopo anche organizzato un sito web che ha iniziato a raccogliere il materiale e a renderlo disponibile per attività divulgative. Si potrà così meglio focaliz-zare il tema delle condizioni di vita in montagna, delle dinami-che e dei ruoli familiari, il ruolo della donna ecc. I documentari così ottenuti stanno già diventando oggetto di incontri presso le sezioni dei territori e costituiranno sempre più un patrimonio di “fotografie d’epoca” delle tradizioni culturali del luogo. L’areale scelto per la ricerca è quello irpino con agganci e di-gressioni nelle aree circumvicine.

Presentazione del progetto

Relazione del progetto 2018

 

Pin It