Comitato Scientifico Centrale
del Club Alpino Italiano - dal 1931
  • Alla scoperta della Valle Pesio, porta delle Alpi Liguri,

    Scarica PDF

    di Ivan Borroni

    La scelta di dedicare il presente lavoro di tesi a questa valle delle Alpi Liguri, di assai minore estensione rispetto ad altre valli cuneesi delle Alpi Marittime e Cozie e alla Valle Tanaro delle stesse Liguri, è motivata, oltre che dal suo elevatissimo valore naturalistico e dalla sua integrità ambientale, in virtù dei quali è area protetta fin dal 1978, anche da alcune specificità storico-culturali, tra le quali spicca il ruolo svolto dal monachesimo certosino.

     

  • I nomi delle montagne prima di cartografi e alpinisti - Atti e guida escursione

    Scarica pdf

    VARALLO, 16 OTTOBRE -MILANO, 24 OTTOBRE - VAL VOGNA, 25 OTTOBRE 2015. A cura di Roberto Fantoni, Riccardo Cerri e Piero Carlesi Matteo Rivoira e Federica Cusan - CAI sez. di Varallo, commissione scientifica "Pietro Calderini" ; CAi sez. di Milano, commissione scientifica "Giuseppe Nangeroni"

    Il patrimonio culturale di un territorio e della comunità che lo abita si compone di una pluralità di elementi materiali e immateriali che ne definiscono l’identità profonda. Una ricchezza collettiva tradizionalmente trasmessa di generazione in generazione soprattutto attraverso l’oralità, da sempre fonte principale del perpetuarsi della conoscenza popolare. Ma lungo i pendii delle nostre montagne lo spopolamento che hanno vissuto paesi e borgate, in particolare nel corso del secolo passato, con l’avvento della modernità e dell’industrializzazione, ha profondamente minato la conservazione degli antichi saperi nel tempo.

     

  • Il cammino dell'Arcangelo: da Benevento a Monte Sant'Angelo. La via Francigena del Sud

    Vai ai Video

    il diario del cammino da Benevento a Monte Sant'Angelo. La via Francigena del Sud

  • Il Parco naturale delle Lessinia, santuario naturale e di devozione

    Scarica PDF

    di Francesco Vinco

    sezione San Pietro in Cariano (VR)

     

  • La Foresta del Cansiglio

    Scarica PDF

    Guerrino MALAGOLA – Sezione CAI di CONEGLIANO (Treviso)

    La Foresta Demaniale Regionale del Cansiglio (tra le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia). La sua evoluzione e conservazione storica attraverso alcuni percorsi storico - naturalistici."

     

  • La spedizione scientifica sul monte Ararat

    I versanti e i ghiacciai del monte Ararat costi­tuiscono un ambiente poco conosciuto dal punto di vista geologico, geomorfologico, vulcanologico, glaciologico e nivologico. La spedizione alpinistico-scientifica - che costituisce seguito alla spedizione 2013 per i 150 anni del sodalizio, con i ragazzi dell’alpinismi giovanile - organizzata e finanziata dal CSC del CAI e dal­le università di Firenze, Milano Statale, Milano Bicocca e Politecnico Milano, svolta dal 18 al 28 luglio 2014, ha coinvolto un gruppo di dieci persone.Tutti soci del CAI, sette ricercatori universi­tari, un tecnico ARPA Lombardia, due medici per la Commissione Medica Centrale.

  • La valle dell’Oro e la Basilica di San Pietro al Monte (LC)

    Scarica PDF

    Marco Pellegrini 

    Il Valle dell’Oro è situata al margine sud-orientale del Triangolo Lariano, che divide i due rami di Como e di Lecco. Il Cornizzolo (1240 m s.l.m.) ed il monte Rai (1259 m s.l.m.) formano il complesso orientato da ovest a est prospicente la pianura briantea ed i laghi pedemontani di Pusiano e di Annone-Oggiono. La sua strategica posizione all’estremo limite delle Prealpi luganesi, a contatto con le aree ampiamente urbanizzate dell’alta pianura lombarda, la ricchezza e la varietà dell’ambiente naturale che lo contraddistinguono...

     

  • Lassu dove spiccano i baleni - Parco delle Foreste Casentinesi

    Scarica PDF

    di Giovanni Margheritini

    Una storia dove geologia, geomorfologia, vegetazione, fauna e uomini hanno fatto grande, spettacolare e unica questa parte dell’Appennino Settentrionale.

     

  • Nel nostro Appennino insieme agli ONC

    Scarica PDF

    • Introduzione di Milena Merlo Pich - Presidente CSER
    • 6 Dal bosco fluviale al suolo lunare di Annalisa Benedetti - CAI Bologna
    • 16 Radicate R - Esistenze di Enrica Mazza - CAI Bologna
    • 22 Appennino bolognese... a ritmo di manarino e sorsi di Beltaine di Benedetta Orsini e Elisa Bianchini - CAI Bologna
    • 32 Sulle tracce della Via Romea Germanica di Mirco Baldini - CAI Cesena
    • 42 La magia della cascata dell’abbraccio di Maria Teresa Castaldi - CAI Imola
    • 50 Alto Appennino Modenese: Monte La Piazza - Canevare di Alessandro Boratto - CAI Modena
    • 60 Tra Castelli e Chiese di Baldassarre Minopoli - CAI Bologna
    • 70 Tra natura e poesia di Giampaolo Nicolosi - CAI Parma
    • 76 Lungo antichi cammini... di Santo Rampulla - CAI Parma
    • 86 Monte Nero di Eduardo Esteban Ferretti - CAI Parma
    • 96 La Lama - Parco Foreste Casentinesi di Chiara Bertelli e Carlo Ravaioli - CAI Forlì
    • 104 Da Borghetto al Castello di Onferno di Chiara Berton - CAI Forlì
    • 112 Monte Barigazzo e Città d’Umbria di Gabriele Nori - CAI Parma
    • 120 Ciclo-trekking nelle terre di mezzo di Laura Benini, Francesco Galli, Giovanni Morelli, Elisa Rovatti - CAI Ferrara e Argenta
    • 152 Descrizione degli Habitat a cura della TAM

     

  • Rifugio Angelo Sebastiani

    Scarica PDF

    Sul Monte Terminillo (Micigliano, RI) - m 1820

    Il Rifugio è intitolato ad Angelo Sebastiani (Rieti 1912 - 1944), alpinista e uno dei più forti sciatori della città, ucciso a soli 32 anni per mano dei tedeschi. Anche gli altri suoi due giovani fratelli Mario e Gino erano stati valenti atleti, ugualmente seviziati e trucidati dai nazisti in ritirata nei pressi del Lago di Ripasottile. Erano stati accusati dalle SS di aver ospitato alcuni ufficiali inglesi e di essere perciò dei partigiani. 

     

  • Rifugio Antelao

    Scarica pdf

    Sella di Pradonego - Comune di Pieve di Cadore (BL) - 1796m s.l.m.

    Rifugio è attorniato dalle Crode San Pietro e Croda Mandrin. Si possono ammirare anche le Marmarole centrali, le montagne a sud del Comelico, il Cridola, gli Spalti di Toro e Monfalconi, nonché il Duranno.

     

  • Rifugio Argentea parco del Beigua (GE)

    Scarica pdf

    Il rifugio si trova sulla sommità della cima Pian di Lerca, in corrispondenza dell'erboso e ampio spartiacque che qui vicino (sul Monte Vaccaria) dista solo 5Km in linea d'aria dal mare.

  • Rifugio Barbustel Lac Blanc

    Scarica pdf

    Champdepraz - Valle Chalamy - m 2200

    nell’alta valle del torrente Chalamy, all’interno del Comune di Champdepraz. È raggiungibile da diversi sentieri e i più conosciuti sono quelli che salgono da Champdepraz e Champorcher. Di proprietà dell’imprenditore Luigi Berger, la struttura è stata costruita nel 1994 sulle rovine di un vecchio alpeggio.

     

  • Rifugio Bertacchi

    Pannello (pdf) Quaderno (pdf)

    Val S. Giacomo - Valle Spluga - Lago d’Emet - 2175 m

    Il Rifugio è intitolato a Giovanni Bertacchi (Chiavenna 1869 - Milano 1942), poeta e critico chiavennasco. Il rifugio sorge

    a 2175 m su un poggio erboso sulle sponde dell’incantevole Lago Emet.

     

  • Rifugio Bruno Boz in Neva

    Scarica pdf

    Gruppo del Cimonega - m. 1718

    Il rifugio è dedicato a Bruno Boz (1930-1966) che amava la montagna, in particolare il Sass de Mura ai cui piedi cadde il 13 ottobre 1966 percorrendo il pendio erboso di Neva, sul versante di Val Canzoi.

     

  • Rifugio Carlo Porta

    Scarica pdf

    Pian dei Resinelli - Gruppo della Grigna Meridionale - 1426 m

    Sotteso tra la Grigna Meridionale ed il Monte San Martino e, fra il Lago di Lecco e la Valsassina. Venne realizzato nel 1911 per volere della Sezione milanese del Club Alpino Italiano, che ancor oggi ne è la proprietaria. Il terreno su cui sorge fu ceduto dal dottor Carlo Porta di Milano, nipote del famoso poeta milanese, che volle altresì donare l’esteso bosco di querce che lo circondava.

     

     

  • Rifugio Cesare Battisti

    Scarica PDF

    località Lama Lite, comune di Ligonchio (R.E.) 1876m

  • Rifugio Città di Fiume

    Scarica pdf

    Alta Val Fiorentina, loc."Malga Durona", Comune di Borca di Cadore, 1918 m.

     Il Città di Fiume è l’unico rifugio alpino intitolato alla Città di Rijeka (Fiume), per ricordare i fiumani in esilio dall’Italia. È Stato inaugurato il 20 settembre 1964 è di proprietà della sezione di Fiume che dal 2012 è diventata sezione particolare del Club Alpino Italiano.

    La città di Fiume si trova in Croazia ed è la principale città del Golfo del Quarnero (terza della Croazia), ad est della penisola istriana, dal 1924 al 1943 fece parte del Regno d’Italia ed ancora oggi una buona parte della popolazione è di madrelingua italiana.

  • Rifugio Edoardo Tolazzi

    Scarica PDF

    Collina, Comune di Forni Avoltri (UD) - m 1350

    Edoardo Tolazzi , a cui è intitolato il rifugio, nacque a Forni Avoltri nel 1898, fu guida alpina e maestro elementare di Collina per 25 anni.

     

  • Rifugio Giacomo di Brazzà

    Scarica pdf

    Altopiano del Montasio, Val raccolana